GCORPS all’anteprima italiana di ONE PIECE: Burning Blood

Quando BANDAI NAMCO Entertainment chiama, il Gameslayer Corps risponde con notevole entusiasmo (anche perché altrimenti tocca fare i conti con un certo Direttore metà ninja e metà pirata spadaccino), in particolar modo quando il publisher permette di provare in anteprima qualche gioco molto atteso dalla Redazione. Neanche a dirlo, lo scorso 3 Marzo siamo stati invitati a provare ONE PIECE: Burning Blood, l’ultima fatica di Spike Chunsoft che il 3 Giugno 2016 sbarcherà in Europa su PlayStation 4, PS Vita, Xbox One e successivamente anche su PC (via STEAM).

Fra scontri navali a suon di palle di cannone, improvvise (o improvvisate?) incursioni notturne e un’infinita serie di duelli all’ultimo messaggio vocale tenuti all’interno dell’ormai scoppiato e inutilizzabile gruppo Facebook redazionale, i Leader del Corpo hanno deciso di spedire a Milano (senza ricevuta di ritorno, sia chiaro) il fedele picciotto Mario “Paper Mario” Giannetti, reduce dal ManGames 2016 e neo promosso Caporedattore, quindi raccomandato, e l’irrefrenabile Stefano “96DjBeat” Botrugno, nuovo acquisto nonché protetto dello stravagante quanto losco (…) MastroFella. Le premesse per l’arresto c’erano tutte, ma per nostra sfortuna qualcosa è andato storto e il duo è inspiegabilmente riuscito a portare a termine la quest giornaliera.

È il momento di evocare Drago Bianco Occhi Blu scoprire come hanno vissuto quest’esperienza quei due fortunati che ora dovranno convivere col rancore di mezza Redazione. Non contenti di aver provato il gioco in anteprima, o di aver conosciuto gli sviluppatori, si sono pure abbuffati a spese di BANDAI NAMCO quei maledetti bas***di…!

Paper Mario a rapporto


Commentare questa giornata è davvero difficile, perché sono capitati molto episodi divertenti, e l’impegno profuso è stato tanto, ma la soddisfazione è stata adeguatamente premiata. Cominciamo con ordine: sveglia alle 4:30 del mattino (che in realtà si son rivelate le 4:55, perché il sonno si sa, fa da padrone), una corsa contro il tempo per arrivare in stazione e finalmente, dopo una moltitudine di imprevisti, si parte alla volta di Milano. Arrivato lì, dopo qualche ritardo, incontro il simpatico Stefano “96DjBeat” Brotugno, e assieme partiamo per quella che sarà un’epica conferenza. Dopo aver ammirato la bellezza della location (piccola ma ben attrezzata), prendiamo posto per scoprire i succosi gadget offerti da BANDAI NAMCO Entertainment (il primo volume del manga ONE PIECE e una scheda dettagliata del videogame) e intravedere quelli che saranno i luoghi da me più gettonati, ovvero la postazione di gioco per provare la demo e il simpatico buffet. Tra una mangiata da una parte (ottima la lasagna!) ed una giocata e chiacchierata dall’altra, il tempo passa velocemente, e subito si arriva al termine della conferenza. Ma, prima di lasciare un luogo pieno di emozioni, non manca l’intervista fatta ai produttori del gioco, momento che io e Beat abbiamo apprezzato particolarmente, anche se l’ansia iniziale è stata tanta. Dopo questa mattinata favolosa, ci siamo dedicati all’esplorazione della città per giungere, in prima serata, in stazione ed iniziare il viaggio verso casa. Una giornata che sicuramente rimarrà impressa, di cui sono rimasto molto soddisfatto e che mi ha regalato tanti momenti felici.

Gameslayer Corps è un gruppo di matti affetti da una cronica dipendenza da videogioco che hanno voluto ritagliarsi uno spazio in rete per dar sfogo a quell’insistente necessità di esprimere le proprie opinioni su un mondo che li ha sempre affascinati. Più che altro per ridere e sparare cazzate come se non ci fosse un domani.