Addio, Stan Lee

Alla veneranda età di 95 anni, il padre dei supereroi Marvel si è spento a Los Angeles, tra le mura del Cedars Sinai Medical Center. Stan Lee, l’uomo che ha dato vita ad un’intera generazione di supereroi è stato portato durante la giornata di oggi in ospedale, a causa di una emergenza medica, ma poco tempo dopo ne è stata dichiarata la sua morte.

Io voglio scrivere delle persone, non di un gruppo di tipi che si prendono a pugni

Stan Lee

Stan Lee, nella sua lunga carriera, ha dato vita a molteplici supereroi che avevano una vita semplice e dovevano coordinarla alle loro responsabilità di essere supereroi, portando così generazioni di lettori ad appassionarsi sempre di più all’universo Marvel da lui creato immedesimandosi in essi. Tra i principali supereroi alla quale ha dato vita, ricordiamo Spiderman, Hulk e gli X-Men, ma la lista è molto più lunga, seguiti da milioni di appassionati tra fumetti e film pubblicati sul grande e sul piccolo schermo. La sua longevità è data dalla sua spiccata creatività nel cercare di porre il pubblico nei panni del supereroe, dando ad esso una grandissima umanità.

Non c’è divertimento a leggere di qualcuno che è perfetto, tu vuoi leggere di qualcuno in cui ti puoi identificare perché tutti noi abbiamo dei problemi da affrontare. Se riesci a creare e scrivere di un personaggio che ha delle difficoltà ma che si impegna a superarle, è una bella cosa.

Stan Lee

Portare sul grande schermo le proprie creazioni non solo ha incrementato il pubblico di appassionati del genere, dando così vita e tridimensionalità a quei personaggi che all’inizio potevano essere solamente immaginati, ma ha dimostrato, come sempre, il suo incredibile genio. Indimenticabile è la sua costante presenza all’interno dei film dei suoi “figli”, portando il proprio volto interpretando personaggi di sfondo in molteplici occasioni.

La sua carriera iniziò nel lontano 1961, quando lavorò presso la Magazine Management Company di Martin Goodman. La Timely Comics, al tempo una delle testate di punta nell’ambito fumettistico, nel corso del tempo vide un’evoluzione nella Marvel Comics che oggi conosciamo. Famose erano le sue pubblicazioni su Captain America. I tempi di crisi e la concorrenza, portarono la Marvel a cercare di spingersi sempre oltre, vedendo in Stan Lee una continua sorpresa, un elemento che superava se stesso ogni volta. Ai tempi in cui si affermò la DC Comics, venne dato vita a numerosi supereroi, tra i quali i famosi Fantastici quattro, ispirati ad alcuni supereroi pubblicati dalla loro concorrenza. Successivamente videro la luce Hulk, Thor, Iron Man e gli X-Men grazie alla sua collaborazione con Bill Everett, per poi essere seguiti da Doctor Strange, creato in collaborazione con Steve Dikto ed infine Spiderman.

La scomparsa di Stan Lee lascia un vuoto all’interno dei cuori degli appassionati che si sono avvicinati all’universo Marvel grazie ai suoi figli.

Addio, Stan Lee.