Dragon Ball Super, presentato l’ultra istinto perfetto

Nell’ultimo capitolo di Dragon Ball Super siamo rimasti alle ultime battute del Torneo del Potere, dove Goku affronta Jiren in una battaglia uno contro uno. In questo scontro Goku riesce a manifestare un potere a lui sconosciuto rivelatosi essere l’Ultra Istinto. Attraverso questo capitolo, scopriamo la nuova abilità di Goku che potrebbe ribaltare le sorti del duello.

L’Ultra Istinto inizialmente pare permettere a Goku di ottenere un vantaggio contro Jiren, ma l’instancabile guerriero dell’undicesimo universo riesce comunque a recuperare terreno, dopo aver svelato come la sua “ricerca della forza” gli ha permesso di aumentare il suo chi per poter affrontare il suo avversario alla pari. Nessuno dei due sembra cedere, ma Goku, nel percepire l’aumento di potenza di Jiren, alza la posta in gioco, potendo quindi sbloccare completamente la potenza dell’Ultra Istinto, mostrandolo nella sua versione “perfetta”.

Poche sono le differenze del capitolo rispetto al suo adattamento animato, dove vediamo due livelli di Ultra Istinto raggiungibili da Goku: il primo, nella sua versione più basilare, rende i capelli del saiyan grigi, dandogli un’aura già potente di suo e perfettamente percepibile; nella sua forma “perfetta”, i suoi capelli diventano argentati, con un’aura impercettibile, almeno in apparenza. In questo stadio non viene mostrata la solita aura a cui sempre siamo abituati in Dragon Ball. Con l’Ultra Istinto Perfetto Goku è in grado di guadagnare un leggero vantaggio su Jiren, rischiando di farlo uscire dal ring con sfruttando il colpo della propria Onda energetica potenziata. Sembra avere la vittoria in pugno, ma il vantaggio dura per poco.

Avvicinandoci sempre di più alla fine di questo capitolo, è chiaro come Goku non può sperare di battere Jiren solo con la potenza dell’Ultra Istinto. Le capacità di Jiren di poter aumentare in maniera esponenziale le sue capacità combattive semplicemente sfruttando la sua forza di volontà riescono a mettere a dura prova il nostro saiyan. In tutto questo, Goku deve lavorare sulle proprie capacità offensive e difensive migliorate dall’Ultra Istinto per poter cercare di reggere il confronto con il suo avversario. Col proseguire della battaglia, Goku riesce a potenziare il proprio Ultra Istinto, tuttavia ad un prezzo, che lo porta ad indebolirsi. Ciò non vuol dire che Goku non possa farcela perché, a differenza di Jiren, può contare su dei validi compagni: ed è proprio negli ultimi tre minuti del torneo che Vegeta sale sul ring per poter combattere fianco a fianco con Goku.

Attualmente Dragon Ball Super vede la sua versione animata già doppiata in inglese, con gli episodi pubblicati il sabato sera alle 21:30 ET sul canale Adult Swim durante i programma Toonami. Tuttavia, se siete curiosi di recuperarvi le puntate precedenti, è disponibile lo streaming degli episodi su Funimation e Amazon Video (dove sono disponibili le prime cinque stagioni). E’ comunque disponibile la serie in lingua originale, che può essere recuperata su Funimation, VRV e Crunchyroll.
Dedicata a questa serie verrà presentato il film Dragon Ball Super: Brolyche sarà riprodotto nei teatri giapponesi a dicembre mentre in America sarà disponibile a partire dal 16 gennaio del prossimo anno. Se siete curiosi di saperne di più vi consiglio di dare un’occhiata a questo articolo.

Fonte: Comic Book