Mario & Luigi: Paper Jam Bros. – Recensione

  • Titolo: Mario & Luigi: Paper Jam Bros.
  • Piattaforma: Nintendo 3DS, New Nintendo 3DS, Nintendo 2DS
  • Genere: RPG, Avventura
  • Giocatori: 1
  • Sviluppatore: AlphaDream Corporation
  • Software House: Nintendo
  • Lingua: Italiano
  • Data di uscita: 4 Dicembre 2015
  • Crossover ben realizzato
  • Un terzo elemento nel gruppo arricchisce le strategie di gioco
  • Titolo profondo e ricco di varietà
  • Ottimo umorismo che strapperà molti sorrisi
  • Difficoltà non troppo elevata
  • Ci sono pochi miglioramenti grafici rispetto al suo predecessore
  • Occorre avere gli amiibo sempre a portata di mano

Super Mario e suo fratello Luigi sono ormai delle icone nel mondo videoludico. Conosciuti sia dai grandi che dai piccoli, questi due simpatici idraulici ci hanno fatto compagnia per tantissimi anni, e sono tuttora famosissimi grazie alla moltitudine di videogame a loro dedicati, di svariati generi e tematiche. Oggi vi parleremo del nuovo esperimento di AlphaDream Corporation, ovvero quello di unire il mondo di Super Mario con quello di Paper Mario, il tutto confezionato in un RPG coi fiocchi. Pronti ad immergervi in questa avventura? Bene, perché vi parlerò di un crossover davvero ben riuscito.

Il mondo è in pericolo, di nuovo

Come ormai è da tradizione in qualsiasi capitolo della serie, ci ritroveremo a dover salvare il mondo dalle malefatte del perfido Bowser. Tuttavia, a far partire questi eventi sarà Luigi che, noto per la sua goffaggine e sbadataggine, andrà ad esplorare un archivio sperduto nel castello di Peach assieme a Toad, e per sbaglio rovescerà un libro magico per terra che, aprendosi, farà fuoriuscire tutti i membri dell’universo di Paper Mario, i quali invaderanno il mondo dei nostri amici. Dovremo quindi porre rimedio a questo problema che si andrà ingigantendo man mano. Questa improvvisa invasione, infatti, porterà Bowser ad allearsi con la sua controparte di carta, e assieme rapiranno le due principesse Peach (versione normale e cartacea). Sarà ancora una volta compito del magico duo di fratelli risolvere la situazione e riportare la pace e la serenità. Ed è qui che l’umorismo di quest’opera ci farà strappare i primi sorrisi: tra Bowser che litigano fra loro,  sketch divertenti e battute tra i vari membri dei due mondi che si incontrano (Toad e Goomba che rimangono sorpresi nel vedere le loro controparti più sottili e di carta), ci sarà da divertirsi. Personalmente, più di una volta mi sono ritrovato a sorridere nel vedere le scenette buffe proposte dal titolo. Inizialmente i due fratelli si troveranno spiazzati nel dover affrontare il doppio dei nemici rispetto al solito, ma ben presto verrà a dar loro man forte Mario di Carta, direttamente dall’universo di Paper Mario. È proprio qui che verrà introdotta la prima grande esclusiva di questo gioco: un terzo alleato arricchirà le nostre strategie in molteplici modi, sia in fase di esplorazione che in fase di battaglia. Ma procediamo con ordine, perché sono davvero tante le novità introdotte rispetto al capitolo precedente della saga, che per chi non lo sapesse è Mario & Luigi: Dream Team Bros.

A spasso in un’avventura fatta anche di carta

A livello di esplorazione, diciamo subito che l’unione delle due serie è ben fatta, ma a livello di gameplay il titolo ricalca principalmente la saga di RPG classica, non quella fatta di tantissimi enigmi di cui Paper Mario è stata maestra. Ci saranno infatti dei piccoli rompicapo da svolgere, ma sono semplici da risolvere e non richiedono molto impegno. Alquanto innovativa è invece la modalità in cui bisogna recuperare i Toad di carta; in questa modalità ci verranno assegnati compiti di vario genere, spaziando dalla corsa alla ricerca, fino ad arrivare a missioni di ritrovamento in cui i Toad si nascondono sapientemente in luoghi impensabili. Ho trovato queste missioni molto divertenti e utili per arricchire l’esplorazione ed il ritmo del gioco, che risulta sempre piuttosto variegato. Molto buona l’implementazione di alcune aree particolari, accessibili solo dal nostro Mario di carta, grazie ad apposite fessure. In esse è possibile trovare alcuni Toad dispersi o alcuni oggetti utili per l’avventura. Ricordiamo che, essendo un RPG, i nostri personaggi avranno un proprio livello e le classiche statistiche tipiche dei giochi di ruolo. Sotto questo aspetto, devo dire che il gioco è abbastanza soddisfacente; troviamo una buona combinazione di valori quali attacco, difesa, ecc, e possiamo personalizzare i nostri personaggi attribuendo loro dei bonus specifici al raggiungimento di alcuni livelli particolari (che indicano il passaggio da una classe all’altra, come per esempio dalla classe Fungo a Guscio), come l’aumentare maggiormente un valore specifico ad ogni livello e così via. Degno di menzione è infine l’equipaggiamento, i cui singoli pezzi potranno donare dei bonus peculiari o semplicemente aumentare le statistiche dei nostri personaggi. Un sistema molto semplice e intuitivo, che risulta simpatico per chi è esperto di RPG ma assolutamente fruibile anche da un utente non affine a tale genere. Insomma, tra missioni speciali e di storia, avremo molto da fare e il tutto risulterà assai stimolante, perché parecchio vario e poco ripetitivo.

Tra battaglie di piccole e grandi dimensioni

Gli scontri in Mario & Luigi: Paper Jam Bros. si susseguono in un sistema a turni, con elementi in tempo reale. Tra un’azione e l’altra, possiamo infatti difenderci dagli attacchi tramite una coordinazione di tasti e movimenti, ed anche in fase offensiva è possibile infliggere danni maggiori tramite un sapiente uso dei comandi. Il risultato perfetto è rispecchiato dalla scritta “Fantastico” e questo sistema lo trovo molto appagante e divertente, poiché premia adeguatamente l’abilità del giocatore. La comparsa di un terzo alleato migliora ed amplia nettamente le strategie di scontro, infatti ad affiancare i classici attacchi dei due fratelli ci saranno gli attacchi Trio, i quali causeranno danni maggiori, ma saranno più difficili da eseguire e sprecheranno molti più Punti Azione (PA) del solito. Il nostro Mario di Carta avrà anche molti meno PF rispetto alla sua controparte e allo stesso Luigi, tuttavia in suo soccorso verrà il blocco copia. Esso ci permetterà di evocare diverse copie di Mario, le quali fungeranno da scudo per un numero di attacchi pari al numero di copie presenti (per esempio, cinque copie bloccheranno altrettanti attacchi) o da supporto per aumentare i danni inflitti in combattimento. Più copie avremo, più salti potremo effettuare in combattimento e maggiori saranno i danni causati dal nostro martello. Una novità che ho trovato geniale, che rende il nostro terzo alleato una vera e propria risorsa in battaglia.

Un’altra novità di questo titolo è la battaglia tra Modelloni. In questa divertente modalità si scontreranno grandissimi modelli cartacei e lo scontro seguirà regole specifiche. Infatti, grazie al nostro modellone, saremo in grado di spingere i nostri avversari, muoverci per schivare i loro colpi ed infine saltare addosso ai nemici. Il salto provocherà l’allontanamento del nostro modellone dalla sua base di movimento, per cui avremo dei secondi di attesa in cui recuperarlo, in cui saremo indifesi. È molto importante saper calibrare ed usare al momento giusto il salto, altrimenti subiremo ingenti danni da dover poi riparare. Parlando di riparazioni, in questi particolari campi di battaglia ci saranno delle aree specifiche in cui poter far tornare in forze il nostro modellone. In esse bisognerà premere dei pulsanti al momento giusto, a ritmo di musica, per accelerare il processo di riparazione. Un mini rhythm game che ho trovato alquanto simpatico.

Bello da guardare

Graficamente parlando, Mario & Luigi: Paper Jam Bros. risulta piacevole, senza brillare particolarmente. Buone le animazioni e ottima anche la realizzazione degli elementi in fase esplorativa, tuttavia il risultato finale è carino, ma niente di eccezionale. Sotto il comparto audio, invece, troviamo delle piacevoli musiche che ci accompagnano durante la nostra avventura. Sicuramente sono ben fatte, ma anche qui il risultato non è qualcosa che rimarrà impresso nel tempo. Per quanto riguarda invece i dialoghi, sono ben scritti e sprizzano umorismo da tutti i pori, rendendo alcuni momenti davvero memorabili. Una novità che riguarda questo gioco è l’utilizzo degli amiibo, i quali ci permetteranno di creare delle apposite carte, ognuna con degli effetti differenti, che daranno degli ottimi bonus duranti gli scontri. Una funzione implementata benissimo, che rende il gioco molto godibile soprattutto se si utilizza il New Nintendo 3DS. Gli effetti stereoscopici sono ben realizzati e si apprezzano al meglio con l’ultima versione della console targata Nintendo. Infine, per rendere il gioco ancora più completo, vengono introdotte delle sfide speciali che, se eseguite, permetteranno di ricevere alcune monete particolari, utilizzabili per comprare pezzi di equipaggiamento e degli oggetti molto esclusivi e potenti. Insomma, una ciliegina sulla torta per arricchire un gioco già eccelso.

Giudizio finale
88

Mario & Luigi: Paper Jam Bros. è davvero un ottimo titolo. Tra una risata e l'altra, il nostro duo preferito composto da Mario e Luigi, con la compagnia di un nuovo amico, ossia Paper Mario, riesce a regalarci dei momenti davvero piacevoli, il tutto unito sapientemente in un crossover ben confezionato. Il battle system implementato è ricco e vario, e l'utilizzo di un terzo alleato arricchirà ulteriormente un sistema di scontri già ben riuscito. Infine, i Modelloni implementati e gli obiettivi speciali, rendono questo gioco una vera perla. Consigliato a tutti gli amanti di Super Mario e del genere RPG.

User Rating: 0 ( 0 Votes )

Instancabile sognatore, il suo obiettivo principale è sperimentare tutto ciò che riguarda il giocare online…ma poi finisce sempre a provare mmorpg! Tra una partita e l’altra, apprezza il grande Super Mario, suo omonimo. Mentre colleziona Amiibo, progetta di andare a vivere nel regno dei funghi, dimora ideale casa di Toad. Basta nominare Final Fantasy o Hearthstone per renderlo felice. Ironico e spiritoso, ama sconfiggere gli avversari anche a suon di battute.