Diablo III: Reaper of Souls – Novità della patch 2.4.0

Blizzard Entertainment tiene sempre molto ai propri giochi, infatti li aggiorna costantemente, tanto da rendere l’esperienza dell’utente sempre nuova e stimolante. In particolar modo con Diablo III, la software house sta facendo le mosse giuste: con l’introduzione del sistema delle stagioni, unito ad aggiornamenti costanti, si è creata la formula perfetta per non far annoiare il giocatore e richiamarlo nel regno di Sanctuarium ciclicamente per realizzare nuovi obiettivi. Da metà Gennaio è disponibile la patch 2.4.0, che inaugura l’inizio della stagione 5, affrontabile dal giorno 15 Gennaio. Siamo quindi andati ad esaminare tutti gli aspetti di questo nuovo e corposo aggiornamento.

Diablo 3 Reaper of Souls. Novità della patch 2.4.0 4

What’s new

Con questa patch, Diablo III ha voluto semplificare il processo di crescita stagionale. Infatti, dopo il raggiungimento del livello 70, avremo nuovamente accesso alle prove di stagione (come per la stagione 4). Ma la novità consiste nel fatto che al raggiungimento del primo gruppo di obiettivi, si potrà ottenere un’intero set leggendario completo. Il Barbaro avrà Potenza Terrestre, il Crociato riceverà Aculei dell’Invocatore, il Cacciatore di Demoni otterrà Coltre dell’Ombra, il Monaco avrà Indumenti del Re Scimmia, lo Sciamano otterrà Panni del Raccoglitore di Giada mentre il Mago, infine, riceverà Manto della Fenice. Ovviamente ottenere un set così facilmente ci permetterà di accedere a difficoltà maggiori e quindi di godere delle piene potenzialità del gioco in men che non si dica. In linea con questa novità, vi è anche l’aumento dell’esperienza ottenuta dai mostri, dopo il raggiungimento del livello 70. Questo per ottenere livelli d’eccellenza in meno tempo e quindi poter potenziare il nostro personaggio con più facilità.

Diablo 3 Reaper of Souls. Novità della patch 2.4.0 3Blizzard Entertainment ha deciso anche di ascoltare maggiormente i suoi fan. Finalmente è disponibile la rinascita stagionale, ovvero la possibilità di ricreare al volo un personaggio nuovo stagionale, sostituendo uno vecchio già presente. Il nome e le ore di gioco rimaranno inalterate, mentre tutto il resto (equipaggiamento e livelli d’eccellenza) sarà spedito tramite mail in-game ai personaggi non stagionali per quanto riguarda l’oggettistica, mentre i livelli d’eccellenza verranno sommati con la formula utilizzata già nelle stagioni precedenti (non si somma il numero dei livelli, ma bensì l’esperienza totale). Una trovata che finalmente rende più immediato l’accesso ai nuovi contenuti, senza perder tantissimo tempo nel dover liberare slot di personaggi. Altra novità importante riguarda anche l’aumento delle schede inventario. Da questa stagione in poi, avremo a disposizione una scheda aggiuntiva, in maniera tale che tra quattro stagioni, per esempio, avremo altrettante schede inventario in più. Un aumento molto gradito, poiché spesso ci si trovava ad avere l’inventario cittadino sempre pieno, e questa soluzione, anche se per diventare corposa richiederà tempo, è comunque l’inizio di un processo richiesto a gran voce da tanto tempo.

Cambio agli oggetti leggendari ed aree estese

Come sempre, ogni aggiornamento nuovo porta con sé importanti novità a set leggendari ed oggetti esistenti. Moltissimi oggetti leggendari singoli e specifici per classe sono stati riprogettati, con l’idea di renderli maggiormente utilizzabili dalle classi. Altri set sono stati rivisitati, con la regola generale di renderli più efficaci e potenti, in maniera tale da favorire varietà maggiore nelle specializzazioni di classe (rappresentate dalla distribuzione di abilità attive e passive) disponibili. Il risultato è di avere facilmente tra le mani un personaggio in grado di affrontare le difficoltà tormento di un certo livello, in tutta semplicità. Parlando di set di classe, è necessario menzionare una delle novità più particolari di questa stagione 5. Stiamo parlando delle prove, in pratica dei dungeon ad hoc studiati per affrontare sfide specifiche per ogni set di classe. Per ottenere l’accesso a questi nuovi luoghi, bisogna trovare alcuni indizi al Maniero di Leoric, e poi farci guidare verso la location prestabilita. Avendo utilizzato il mago, ho potuto testare la prova riguardante il Diablo 3 Reaper of Souls. Novità della patch 2.4.0 2set Manto della Fenice e devo ammettere che non è di semplice esecuzione, ma al contempo è molto divertente da realizzare. La sfida ci richiede di colpire 50 mostri con la meteora che si attiva nel momento in cui il nostro personaggio subisce danni fatali e resuscita, e di infuocare e far fuori 20 nemici entro tre secondi, per ben sei volte! Tutto ciò mi ha richiesto circa un’oretta in cui mi sono dovuto studiare tutto il luogo, e capire tutte le meccaniche del set per utilizzarle al meglio. Questa lodevole introduzione regala sicuramente un tocco di novità al gioco.

Altra importante aggiunta riguarda la riprogettazione delle aree di gioco. In particolar modo, abbiamo l’estensione di due ambienti, ovvero le Rovine di Sescheron e il Maniero di Leoric. Al primo è stata aggiunta l’area Foresta Eterna, mentre alla seconda sono stati aggiunti i Quartieri Reali. Due zone ben fatte, che sicuramente riducono l’effetto monotonia presente spesso in questo genere di giochi. Inoltre è stata creata un’intera zona ex novo, denominata Isola della Conca Grigia, luogo boschivo pieno di insidie e nuovi nemici.

Diablo 3 Reaper of Souls Novità della patch 2.4.0 1

Immediatezza e velocità

Con l’arrivo della 2.4, Diablo III è stato reso più immediato, quantomeno visivamente. Questo tramite un cambiamento nella barra dei bonus, che adesso sono maggiormente visibili grazie all’utilizzo di colorazioni diverse. Inoltre molte abilità hanno una barra che indica il tempo di durata di un determinato potenziamento (come corazze magiche, urli, ecc) in modo tale da poter tenere sott’occhio tutti i propri bonus durante il combattimento. Novità fondamentale è rappresentata dal nuovo riconoscimento dei respiri mortali. Finalmente hanno una colorazione diversa, e sono ben visibili anche da lontano, grazie ad una luminescenza unica. Ora non vi è più timore di lasciarli sparsi in giro per sbaglio, scambiandoli per oggetti rari. Unita a questa semplificazione di interfaccia, vi è anche l’introduzione del combattimento frenetico. I bonus Massacro, Distruzione e Maestria in Trappole sono ora assegnati in base alla combinazione di uccisioni consecutive, distruzione di oggetti e uccisioni, sfruttando lo scenario, il tutto per ottenere esperienza aggiuntiva, maggiore velocità di movimento o ripristino delle risorse. Un’idea davvero ben realizzata, che rende i combattimenti ancora più movimentati e divertenti. Infine, anche le abilità dei personaggi sono state riviste e modificate, tanto da avere una lista ben corposa di cambiamenti, tutti legati anche ai nuovi effetti degli oggetti leggendari, per ottenere delle sinergie davvero nuove ed efficaci.

Concludendo, possiamo affermare che questa patch 2.4.0 e la stagione 5 sono davvero ben riuscite e coinvolgono i giocatori in maniera positiva, dandogli nuove sfide da affrontare, il tutto unito a tantissimi aggiornamenti e oggetti nuovi o comunque rivisitati.
Tag

Instancabile sognatore, il suo obiettivo principale è sperimentare tutto ciò che riguarda il giocare online…ma poi finisce sempre a provare mmorpg! Tra una partita e l’altra, apprezza il grande Super Mario, suo omonimo. Mentre colleziona Amiibo, progetta di andare a vivere nel regno dei funghi, dimora ideale casa di Toad. Basta nominare Final Fantasy o Hearthstone per renderlo felice. Ironico e spiritoso, ama sconfiggere gli avversari anche a suon di battute.